Aziende Vinicole Sicilia
Cantine, vini, enoturismo e vitigni

L’isola più profumata d’Italia, la Sicilia ha ormai raggiunto e in alcuni casi superato, altri territori conosciuti per la bellezza del paesaggio naturale. Una fortuna dovuta al sole caldo ed al mare che la circonda tutta, oltre ad una particolare predisposizione dei suoi abitanti per la ricerca dell’eccellenza.

Frutta, olio extravergine d’oliva e da qualche anno il vino che ha finalmente ottenuto il riconoscimento universale che gli spetta di dovere.

I profumi di questa terra si sprigionano in un calice di vino che varia a seconda della peculiarità del terreno che ospita i suoi vitigni.

Quanto sono antiche le tradizioni vinicole della Sicilia? Una parte del fascino dei vini siculi è proprio la cultura che si tramanda da millenni. Godiamoci questo viaggio da Trapani a Ragusa per assaporare il magnifico Marsala, il Passito di Pantelleria, la Malvasia delle Lipari e molti altri vini ancora.

Scopri territorio e Vini Vai alle Cantine

Enoturismo in Sicilia

Il connubio vino-turismo funziona bene in Italia e in Sicilia in maniera particolare se è vero com’è vero che questa è la seconda regione del bel paese in tema di Enoturismo.

Itinerari del vino particolarmente fortunati per la varietà della proposta e per la vicinanza al mare che permette di legare la piacevolezza di un periodo primaverile ed estivo nella sua pienezza. Un vitigno su tre di quelli più rinomati (DOP) affaccia direttamente sul mare, un’occasione di svago unica al mondo.

A tutto ciò si deve affiancare un altro elemento che fa di questa regione un vanto quando si parla di calore ed accoglienza riservato a tutti ma in particolar modo agli ospiti delle cantine della Sicilia.

L’enoturismo in Sicilia è caratterizzato dalla ricerca di luoghi speciali dove la cultura tipica locale è peculiare come il prodotto che la rappresenta. Sono così i vini siciliani, diversi da tutti gli altri, prodotti con metodologie antiche, profumati e incastonati in un paesaggio sorprendente.

L’enoturismo in Sicilia è cresciuto molto in poco tempo, grazie soprattutto al web ed alla disponibilità delle aziende vinicole siciliane ad organizzare tour completi che rendono la visita e degustazione vini della Sicilia, un’occasione speciale da ripetere da nord a sud, da est ad ovest.

Ogni anno sono 3 milioni gli italiani che scelgono l’enoturismo come vacanza di svago, i vitigni siciliani sono perfetti nelle stagioni di mezzo (autunno e primavera) per godersi i colori, profumi e sapori netti, spiegati da esperti di degustazione.

[Torna all’indice]

Il territorio vinicolo della Sicilia

La viticoltura in Sicilia si sviluppa in tutta la regione comprese le isole Eolie e Pantelleria, arrivando a ricoprire 107.000 ettari, un record in Italia. Il territorio è prevalentemente collinare per circa il 60% e solo per il 15% pianeggiante, il restante 25% è montuoso.

Ogni località ha le sue particolarità, si pensi ad esempio che la produzione della Marsala nella Provincia di Trapani avviene alla maggiore altitudine d’Europa. Il celebre Zibibbo di Pantelleria (unico vitigno presente sull’isola) è per merito di terreni vulcanici, per non parlare dei mille ettari di vitigni nel comune di Castiglione accerchiato da colture di fichi d’india e castagneti.

La produzione di vino in Sicilia supera i 5 milioni di ettolitri ogni anno, con un incremento consistente in tendenza soprattutto delle eccellenze quali le DOC e IGT. Copre l’11% della produzione nazionale ed è terza in Italia dietro al Veneto e alla Puglia. La provincia di Trapani è quella più importante con quasi 4 milioni di ettolitri di uva prodotta sui 7 milioni totale regione.

[Torna all’indice]

La viticoltura in Sicilia

Questa regione negli anni passati è stata caratterizzata per la produzione massiccia di vini da taglio grazie all’alta gradazione che la contraddistingue. Da qualche tempo ha virato sulla qualità raggiungendo degli standard da primato.

Predominano i vitigni a bacca bianca (75%) rispetto a quelli a bacca rossa (25%). Il sistema di allevamento è quello dell’Alberello (la vite è libera da tutori, per questo motivo la potatura è corta), la Spalliera e il Tendone, ci sono anche allevamenti che si rifanno alla tradizione come l’Alberello Camese e Marsalese.

[Torna all’indice]

Vini Siciliani

Trai grandi rossi il più famoso è il Nero d’Avola, prodotto appunto ad Avola nel siracusano. Aroma di frutti maturi e grande persistenza in bocca.

Altra bacca rossa è il Nerello Mascalese e il Nerello Cappuccio nascono alle pendici dell’Etna e prendono la denominazione di Etna DOC. Vino apprezzato per la sua finezza che deriva dall’altitudine del vitigno che cresce a 1.000 metri di altezza.

Nel ragusano c’è il Frappato caratterizzato dall’aroma di ciliegia. E’ il vitigno più importante del Cerasuolo di Vittoria DOCG.

Il più antico vitigno dell'isola si chiama Perricone (o Pignatello), la coltivazione si estende da Caltanissetta e Agrigento oltre che a Palermo e Trapani.

Passando ai vini dolci liquorosi il più famoso è senz’altro la Marsala doc, può ricordare lo Sherry. Viene vinificato solo da uve Grillo oppure mixandole con uve Inzolia e Catarratto. La sua particolarità la deve all’aggiunta a fine periodo di fermentazione della concia, (mix tra Mosto e alcool).

Lo Zibibbo o Moscato di Alessandria, è un vitigno a bacca bianca tipico dell'isola di Pantelleria come detto poco fa. Si produce il Passito di Pantelleria DOCG.

Il moscato di riferimento è il Moscato DOC di Noto e il Moscato DOC di Siracusa oltre al Moscato di Pantelleria DOP coltivato da uve Zibibbo nei terreni vulcanici dell’isola.

Infine il vino dolce Malvasia delle Lipari che si riconosce dal sapore d'arancia derivante dal fatto che le coltivazioni delle sue uve avvengono vicino alla coltivazione delle arance.

[Torna all’indice]

Vitigni Siciliani

Una produzione così vasta corrisponde ad un numero importante di etichette, per questo motivo va fatta una distinzione territoriale, che permette di identificare le zone e le loro produzioni.

Le uve bianche si concentrano soprattutto nella Sicilia occidentale in particolare nelle zone di Trapani, Agrigento e Palermo. Le bacche rosse invece si sono sviluppate più ad est dell’isola.

Il vitigno più diffuso di uva bianca è stato per anni il celebre Catarratto concentrato nella parte occidentale.

Il Carricante segue per estensione, poi c’è l’Inzolia proveniente dalla Toscana (Ansonica) e molto diffuso in tutta la regione.

Il vitigno Grillo viene utilizzato a Marsala e provincia e dà origine alla Marsala DOC.

Molti vitigni autoctoni sono stati riscoperti e divenuti in breve tempo tra i più importanti d’Italia. I vini a bacca nera sono divenuti famosi grazie ad alcune cantine come quella che produce il Nero d’Avola. Vale la pena citare anche il Frappato, il Macalese, il Perricone, il Nerello cappuccio.

Le produzioni internazionali riguardano lo Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Muller-Thurgau, Merlot, Pinot Nero e Syrah.

[Torna all’indice]

Le Denominazioni di Origine (DOC, DOCG, IGT)

Nel ragusano c’è l’unica DOCG, si tratta del Cerasuolo di Vittoria DOCG. La DOC dei rossi è la Eloro DOC con il Nero d’Avola e il Pignatello.

Cambiando zona si incontra il Siracusano DOC e il Noto DOC. Poi l’Etna DOC caratteristiche produzioni alle pendici del vulcano. Il Faro DOC nasce nel messinese, nell’arcipelago delle Eolie troviamo la Malvasia delle Lipari DOC, da tenere in considerazione anche un vino a bacca bianca, Salina IGT.

Nella provincia di Palermo c’è: Contea Sclafani DOC e Contessa Entellina DOC. In provincia di Agrigento lo Sciacca DOC, la Sambuca di Sicilia DOC e Santa Margherita di Belice DOC. Il Riesi DOC è della provincia di Caltanissetta, mentre nella provincia di trapani troviamo la Marsala DOC.

Citiamo ancora il passito Moscato di Pantelleria DOC ben consci che la Sicilia offre una incredibile varietà di vini DOC che sarebbero tutti da citare, basti pensare che ci sono 23 DOC e 7 IGT.

[Torna all’indice]

Aziende Vinicole Sicilia

Vi presentiamo le migliori aziende vinicole che aprono le porte per visite in cantina e per degistazione vini.

Eurowebnet
di Morghese Pietro
P.iva 0123456734334

Via Cariddi, 9/G
91016 Erice (TP)

Contatti
Tel. 349.8616325
info@eurowebnet.it

filtri



Siamo Spiacenti questa sezione è al momento in fase di realizzazione

Mappa
Preferiti