Aziende Vinicole Piemonte
Cantine, vini, enoturismo e vitigni

La regione dei grandi vini d’Italia per eccellenza è il Piemonte, un territorio artefice e apripista per altre regioni del ritorno alla Qualità. Barolo, Barbaresco del Monferrato, Nebbiolo, Dolcetto d’Alba e la lista potrebbe continuare a lungo.

La prevalenza è per le uve rosse ma non mancano gli spumanti e i bianchi egregi. Chi visita il Piemonte per Enoturismo si lascia cullare dalle magnifiche colline delle Langhe, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e dalla vista dei castelli del Monferrato contornato dai vitigni che arrivano fino ai piedi dell’Appennino Ligure.

Scopri territorio e Vini Vai alle Cantine

Enoturismo in Piemonte

La bellezza del territorio la si ammira attraverso gli itinerari del vino con lunghe passeggiate tra vitigni e boschi che descrivono un paesaggio vitato unico come le sono le cantine del Piemonte.

L’enoturismo in Piemonte ha un sapore tutto particolare, lo si vive nei week end, passando da un borgo all’altro. Imperdibile l’esperienza della Strada del Barolo, un fantastico percorso che si spinge nella “malora” costellata di vitigni piemontesi sui quali si ergono antiche mura di castelli ancora in piena forma e pronti ad accogliere l’enoturista.

I vini piemontesi sono pregiati e le aziende vinicole piemontesi sono nello stesso tempo gelose e orgogliose di ciò che hanno saputo creare con pazienza e curiosità. Si vive una dimensione particolare fatta di storia, tradizioni, cultura e bellezza.

La visita e degustazione vini del Piemonte avviene in zone diverse:

  • Nelle Langhe dove il Barolo regna sovrano accompagnato dal tartufo in quella che si può identificare come la provincia di Cuneo. L’epicentro è Alba capoluogo delle Langhe;
  • Nel Monferrato famosa nella sua parte bassa per la “Pietra de Cantoni” presente un po’ ovunque e che è alla base delle cantine più rinomate del territorio;
  • Da Novi Ligure ad Acqui Terme, si stende un terreno pianeggiante e collinare, zona famosa per il dolcetto di Ovada DOC e per il Gavi DOCG;
  • L’astigiano terra dove è nato lo spumante italiano, ricco di paesi e borghi incantevoli con una tradizione antica e capace ancora oggi di produrre circa 1/3 dei vini del Piemonte.

[Torna all’indice]

Il territorio vinicolo della Piemonte

A differenza di altre regioni il territorio piemontese ha un’estensione collinare più limitata. Ben il 44% è territorio montuoso, il 30% della sua estensione è collinare, la pianura è il 26%. Ciò fa capire come a livello climatico non c’è uniformità, in generale vi è grande differenza tra giorno e notte e tra estate e inverno.

[Torna all’indice]

La viticoltura in Piemonte

Circa 3 milioni di ettolitri vengono prodotti ogni anno su un’estensione di territorio dedicato alla vite di 50.000 ettari. Da ciò ne deriva che la produzione per ettaro è di circa 8 tonnellata. Le colline piemontesi sono meravigliose poiché destinate quasi per intero alla vite. Il 90% della produzione vitivinicola avviene in collina.

Il concetto di terroir è particolarmente valorizzato in questa regione, frutto delle diversità delle temperature, del suolo, dell’esposizione solare e della ventilazione che si vivono in aree tipiche.

La viticoltura piemontese ha potuto godere di queste differenze che si sono trasformate in caratteristiche organolettiche peculiari.

[Torna all’indice]

Vini Piemontesi

I celebri vini piemontesi nascono dalla diversità territoriale, dalla tradizione ma anche dalla capacità di innovare il processo di produzione alla ricerca dell’esaltazione delle tipicità.

Le zone vitivinicole del Piemonte possono essere suddivise in grandi aree:

Il Nord del Piemonte

Il vitigno più famoso è lo Spanna, nome locale che conosciamo con la denominazione di Nebbiolo. Il Nebbiolo del Nord è meno strutturato e più fresco di altri rossi come il Barolo e il Barbaresco. Questa parte di territorio è divisa in due dal passaggio del fiume Sesia, il suolo è poco calcareo ma ricco di ferro ed è particolarmente acido.

Il Gattinara e il Ghemme sono le due DOCG apprezzate tra le uve rosse, mentre l’Erbaluce è una tipicità a bacca bianca.

Monferrato e Barbera

Il Monferrato si trova a sud del Sesia nella zona che va da Asti ad Alessandria, è la zona di produzione del Barbera DOCG del Monferrato, e del Gavi DOCG (Cortese di Gavi). Proseguendo verso Asti si entra nella zona famosa nel mondo come la patria dello spumante italiano.

Ben 1/3 di tutta la produzione di questa grande area è destinata alle bollicine, il Barbera d’Asti, il Moscato d’Asti e il Brachetto d’Aqui sono le 3 DOCG più rinomate.

Le Langhe e il Roero

Nella provincia di Cuneo, più precisamente a nord ovest, nella sponda sinistra del Tanaro si estende il Roero,. Tra Cuneo ed Asti ci sono le Langhe.

Nella zona in cui sorgono i vitigni dedicati al Barolo il terreno può essere:

  • elveziano da cui derivano vini più robusti e adatti all’invecchiamento;
  • tortoniano che regala al vino, profumo ed eleganza.

Il Nebbiolo è senza dubbio il vitigno più importante da cui derivano le DOCG Barbaresco, Roero e naturalmente il Barolo.

Vale la pena fare un inciso proprio su quest’ultimo grande vino la cui area di produzione avviene in 5 località elettive: Barolo, Castiglione Falletto, La Morra, Monforte d’Alba e Serralunga d’Alba.

[Torna all’indice]

Vitigni Piemontesi

In questa regione c’è una netta prevalenza di vini a bacca nera rispetto a quelli a bacca bianca:

  • Nebbiolo
  • Barbera
  • Dolcetto
  • Croatina
  • Freisa
  • Bonarda
  • Grignolino
  • Malvasia
  • Brachetto a bacca nera di Casorzo

Le uve bianche sono:

  • Cortese
  • Erbaluce
  • Moscato Bianco

[Torna all’indice]

Le Denominazioni di Origine (DOC, DOCG)

Il Piemonte produce un gran numero di etichette pregiate, ci sono 16 DOCG e 42 DOC. Vale la pena ricordare:

  • Sopra Novara e Vercelli abbiamo: Gattinara (DOCG), Ghemme (DOCG), Lessona (DOC), Boca (DOC), Fara (DOC) e Bramaterra (DOC)
  • Lungo il confine valdostano: Carema (DOC) e Canavese (DOC)
  • Nella provincia torinese: Erbaluce di Caluso (DOCG) e Collina Torinese (DOC)
  • Nel Monferrato: Barbera del Monferrato Superiore (DOCG), Brachetto d’Aqui (DOCG), Dogliani (DOCG), Ovada (DOCG), Cortese di Gavi (DOCG), Ruché di Castagnole Monferrato (DOCG)
  • Nell’Astigiano: Loazzolo (DOC)
  • Nel Tortonese: Timorasso (bianco autoctono), Cortese e Barbera
  • Nella sponda sinistra del Tanaro: Roero (DOCG)
  • Infine le Langhe hanno: Barolo (DOCG), Barbaresco (DOCG), Dogliani (DOCG)

[Torna all’indice]

Aziende Vinicole Piemonte

Vi presentiamo le migliori aziende vinicole che aprono le porte per visite in cantina e per degistazione vini.

Eurowebnet
di Morghese Pietro
P.iva 0123456734334

Via Cariddi, 9/G
91016 Erice (TP)

Contatti
Tel. 349.8616325
info@eurowebnet.it

filtri



Siamo Spiacenti questa sezione è al momento in fase di realizzazione

Mappa
Preferiti